catalogo setolare

__________

<< | SM100 | << | SM090 | >> | SM080 | >>

 

>> SM090
>> STEFANO GIUST
>> MUSICHE DELLE CIRCOSTANZE

 

MUSICHE DELLE CIRCOSTANZE

>> FOLDER A TRE ANTE CON COSTA E CDR STAMPATO | SOLD OUT

Stefano Giust _ percussioni elettroniche

Tredici brani semi-improvvisati nel 1995, dalle sonorità profonde di vibrafono, xilofono, marimba... eseguiti su pads elettronici, senza effettuare sovraincisioni. Ciascun pezzo é costituito dalla libera reiterazione di sei, massimo otto note: per questo le musiche possono rimandare al minimalismo americano di S. Reich, T. Riley... ma anche a certe idee pianistiche di E. Satie, al quale è dedicato il primo brano. Nel marzo 2003 - su proposta di M. Magliocchi - queste musiche sono servite quale ambientazione sonora per una installazione dell'artista visivo pugliese Tullio De Gennaro, tenutasi a Monopoli (Bari).

"(...) Musica delle Circostanze mi ricorda una luce ad una certa ora del pomeriggio di tardo settembre. C'è forse una struggenza, come il rumore minimo di briciole di pane su un tavolo di legno. E poi una certa analisi, un osservare come anche le briciole sembrano obbedire ad una matematica infinitesimale ma inesorabile. Bello." G. Mimmo, musicista.

"(...) Una sorta di Steve Reich punk ed incazzato (o febbricitante, meglio)." Marco Pandin, A-rivista anarchica n.266.

01 _ Erik Satie 5:30
02 _ A-marsi 1:39
03 _ Zaum 5:45
04 _ Cuori di vetro rosso 5:38
05 _ Berna 1985 3:18
06 _ L’ironicante #1 0:40
07 _ Sonorità di circostanza 0:14
08 _ Deviazioni non previste 0:34
09 _ Una musica per sdraiarsi 5:19
10 _ La concentrazione sta alla base della creazione 2:37
11 _ La corruzione sta alla base del mondo 2:27
12 _ Ogni cosa conosce solamente il proprio suono 10:03
13 _ Come tango lunatico 1:09

(C) + (P) 1995